Luca Meneghello, classe '66, nasce a Milano il 26 settembre.

La passione per la chitarra lo coglie molto presto all’età di sette anni. Le sue prime influenze musicali sono da ricondurre al gruppo pop rock psichedelico dei Pink Floyd per poi sfociare nel hard rock dei Deep Purple e Van Halen.

Nel 1984 si iscrive al CPM dove studia per due anni con il maestro G.Cocilovo e successivamente partecipa nel 1992 ai seminari di Siena jazz e nel 1996 Tirano jazz con Joe Diorio e Jerry Bergonzi.

Inizia così un percorso di studio a ritroso che partendo da chitarristi come P.Metheny,A.Holdsworth e S.Henderson lo porteranno alle origini del jazz. La sua prima importante collaborazione avviene con l'incontro del pianista Marco Bianchi ed il gruppo Everest con il quale realizza due album Around the Time (1993) e Dialoghi ed Impressioni (1996).

Nel 2001 entra a far parte del gruppo Dirotta su Cuba con il quale realizza l'album Fly e successivo tour fino al 2003.

In questo periodo avviene un altro incontro significativo con Massimiliano Pani con il quale inizia una collaborazione discografica che lo porterà a realizzare diversi album della cantante Mina Mazzini (vedi discografia).

Nel 2004 realizza il suo primo album Faces in collaborazione col batterista Maxx Furian.

Seguono altre collaborazioni importanti nel 2005 con la cantante Syria con la quale suona nel tour Poche Parole 2005 , nel 2006 con Gianluca Grignani nel tour Il re del niente e nel 2007 con Renato Zero nel Mp3 tour.

Nel 2007 realizza il secondo album Tininiu double trio e si esibisce al Blue note di Milano.

Dal 2009 entra a far parte della Zelig band diretta da Paolo Jannacci con la quale collabora a tutt'oggi.

Luca Meneghello, oggi, è uno fra i più versatili ed apprezzati chitarristi della scena musicale italiana.